Honor 8 il miglior best buy 2017


Recensione Honor 8

Honor 8 non è stata certo una sorpresa, visto che era stato lanciato già da settimane sul mercato asiatico, ma c’era comunque molta attesa per un prodotto che, visto l’hardware e il suo prezzo, aveva subito fatto drizzare le antenne a molti lettori.

Confezione

La confezione di Honor 8 è simile se non per dire uguale a quella dei fratelli Huawei, in sostanza molto bella, con il telefono posizionato in verticale. Nel suo interno è presente un cavo USB Type-C, un paio di buone cuffie stereo e un alimentatore per la ricarica rapida 9V/2A.

Costruzione

Il design di questo Honor 8 è sicuramente il suo punto di forza, ed è sicuramente la più grande differenza rispetto al fratello Huawei P9 da cui eredita invece gran parte del suo hardware. La scocca non è stata realizza con il metallo o con la plastica ma bensì con uno doppio strato fronte-retro di vetro. La parte posteriore è stata trattata con una tecnica che permette alla luce di rifrangersi su di esso creando un effetto vetro davvero stupendo. Purtroppo il rovescio della medaglia è che questo tipo di scocca trattiene abbastanza le impronte.
Lo smartphone essendo molto liscio risulta un po’ scivoloso quando poggiato su superfici lisce, mentre invece è comodo da tenere in mano. In ogni caso consigliamo di acquistare sempre una custodia per evitare che si danneggi

Hardware

Il processore di questo smartphone è Kirin 950 octa core da 2,3 GHz, leggermente diverso dal Kirin 955 montato sul Huawei P9. Il processore grafico è un Mali T880M, la memoria RAM è di 4 GB mentre sono invece 32 GB di memoria interna espandibile, espandibile fino a 128GB acquistando una microSD. Se non avete bisogno di salvare molte applicazioni, foto o video potete decidere di sostituire la microSD con un’altra SIM trasformando il telefono in dual sim.

Connettività

La connettività è ottima ed è garantita dall’LTE a 300 Mbps, il Wi-Fi a doppia banda e il Bluetooth 4.2. Nel dispositivo è presente anche il famoso NFC, ma anche una porta ad infrarossi che vi permette tramite app di cambiare ad esempio i canali della televisione al posto del telecomando. Nella parte posteriore dello smartphone è presente un precisissimo lettore di impronte posto sul retro possa funzionare anche come scorciatoia rapida se premuto. Nella parte inferiore è presente un solo speaker che ovviamente non essendo stereo non fa miracoli ed è ottimo solo come vivavoce, mediocre per sentire la musica.

Fotocamera

La fotocamera/e posteriore è una doppia 12 megapixel realizzata da Sony per cui un buon sensore. Uno dei due sensori è un “classico” RGB, mentre l’altro è monocromatico, ovvero cattura più luce (per sua natura) ma solo in bianco e nero. La qualità degli scatti in condizione di luce è molto buona, mentre in condizione di poca luce la qualità degli scatti è nella media. Molto veloce invece la messa a fuoco grazie all’autofocus laser e molto buona anche la stabilizzazione.
I video si possono registrare in Full HD fino ad un massimo di 60 fps che è decisamente una buona cosa con immagini sportive o in movimento.
La fotocamera anteriore fa dei buoni selfie da 8 megapixel.
Il fatto di non avere la fotocamera posteriore sporgente ma “levigata” con la scocca è un tocco di classe.

Display

Il pannello di questo smartphone è da 5,2 pollici, con una risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel). La retroilluminazione dello schermo ha tecnologia IPS la quale permette anche di garantire colori molto naturali (a parte il nero ovviamente) un angolo di visione eccellente, e la possibilità di leggere le scritte anche sotto il riflesso della luce. L’unico difetto è che la tecnologia IPS creando sempre una mescolanza di colori anche per realizzare un banale nero consuma un po’ di più rispetto a led o amoled.

Sistema Operativo

All’uscita del telefono cioè a Maggio 2016 il sistema operativo installato era il pluripremiato Android 6.0 Marshmallow palesemente personalizzato con l’interfaccia EMUI 4.1. (in realtà molto simile all’ iphone nelle impostazioni) Potrebbe non piacere a tutti, ma per chi cerca qualcosa di diverso dal “classico” Samsung, la sua grande personalizzazione gli permetterà di trovare i favori della maggioranza. All’inizio il telefono presentava dei difetti come “block” o “freeze” dovuti probabilmente alla non totale compatibilità con le app presenti sullo store. Anche scrivendo dei semplici messaggi in maniera molto veloce, le lettere e le parole rimanevano un po’ indietro compilandosi in moto automatico dopo qualche secondo. Tutto è stato risolto con il sistema operativo Android 7.0 e aggiornamenti annessi.
Tra le funzioni troviamo la possibilità di ridurre lo schermo per l’utilizzo ad una mano, la possibilità di modificare la barra di sistema e la protezione occhi per il display. Buoni anche i software multimediali per video e musica. Il browser predefinito è invece Chrome di Google.

Autonomia

La batteria è una 3000 mAh non removibile. Con un utilizzo moderato del dispositivo è possibile arrivare a metà della giornata dopo.

Prezzo

Honor 8 è al momento un best buy, con poco piu di 250 euro è possibile portarsi a casa un dispositivo eccezionale. Per comprarlo basta cliccare qui.

 

Conclusioni

Honor 8 è un Huawei P9 lievemente ritoccato (e migliorato). Buon display, buona fotocamera, buona qualità costruttiva e buona autonomia. Considerando poi anche il bel design e il prezzo contenuto, Honor 8 decisamente uno dei telefoni dell’anno (fino ad ora).
di Emanuele Cisotti
Ottima qualità costruttiva
• Buona autonomia
• Prezzo contenuto
• Buon display
Contro
• La seconda fotocamera è quasi inutilizzata
• Il software non ha novità
• Si deve scegliere fra doppia SIM e memoria espandibile
• Luminosità automatica imprecisa

Share Button

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.